Face: Convegno sulla gestione dei predatori per la conservazione delle specie di uccelli

Il controllo dei predatori è uno strumento essenziale per la conservazione degli uccelli in tutta Europa e richiede una stretta collaborazione tra cacciatori, agricoltori, proprietari terrieri, organizzazioni ornitologiche de autorità.
Questa è stata una delle conclusioni principali della conferenza “Gestione dei predatori per uccelli da prato” organizzata dalla FACE e ospitata dai membri del Parlamento europeo Bendt Bendtsen e Karl-Heinz Florenz.

I cali di oppressione degli uccelli da prateria in Europa precedentemente noti come la pavoncella e il chiurlo sono spesso guidati da un basso successo riproduttivo derivante dalla perdita di habitat e da alti livelli di predazione di pulcino / nido.

Dan Brown, RSPB e Bertwin Elshof, agricoltore olandese dell’agro-cooperativa Lierderbroek, hanno mostrato esempi dal Regno Unito e dai Paesi Bassi su come gli agricoltori possano essere incentivati a creare habitat adeguati per l’allevamento di uccelli da prato.
Allo stesso tempo, Bertwin Elshof ha dichiarato: “Se gli uccelli da prato non sono in grado di produrre prole, a causa della predazione, le misure dell’habitat non saranno efficaci”.

Joseph van der Stegen, Commissione europea, ha dichiarato: “Oltre a garantire la sostenibilità della caccia, i cacciatori europei hanno un ruolo importante da svolgere nel ripristinare e gestire efficacemente gli habitat delle nostre popolazioni di uccelli da prato in declino, che è la priorità principale per la loro conservazione . Inoltre, laddove la predazione è identificata come una minaccia significativa, i cacciatori possono anche dare un contributo importante al controllo dei predatori. Tuttavia, questo dovrebbe essere nel quadro di un approccio di gestione integrata per il recupero della popolazione di uccelli da prato. L’UE offre possibilità di finanziamento per progetti di conservazione, ad esempio attraverso il programma LIFE “.

Tutti i relatori e i partecipanti hanno convenuto che è molto importante comunicare efficacemente al pubblico perché è richiesto il controllo dei predatori. Iben Hove Sørensen dell’associazione danese dei cacciatori ha dichiarato: “È importante spiegare chiaramente perché il controllo dei predatori è importante, poiché alcune persone potrebbero non capire il ruolo del controllo dei predatori nella conservazione”.

L’eurodeputato Karl-Heinz Florenz, presidente dell’Intergruppo del Parlamento europeo su “Biodiversità, caccia, campagna”, ha dichiarato: “Gli uccelli da prato si affidano a terreni agricoli per la nidificazione e il foraggiamento. Quando l’UE sta riesaminando la sua politica agricola, dovrebbe premiare le pratiche agricole rispettose della biodiversità “.

Il deputato Bendt Bendtsen, vicepresidente dell’Intergruppo, che ha presieduto la riunione, ha concluso: “La politica dell’UE prevede un chiaro obbligo di conservare le specie di uccelli da prato e i loro habitat. Per raggiungere successi di conservazione per queste specie, vi è ampio consenso sul fatto che dobbiamo affrontare la predazione, in concomitanza con la creazione di un habitat migliore e migliore “.