Ripartiamo da una gloriosa storia…

Eccoci pronti ad una nuova sfida,
dopo tanti anni una rinascita, sintetizzata nel nostro slogan “The Magazine of the Italian Hunting Heritage”, per noi la gestione e la conservazione sono i principi base del nostro patrimonio faunistico.

Dopo una rilettura dei vecchi articoli, sulle pagine oramai patinate dei vecchi numeri, ci siamo accorti di come sia sostanzialmente rimasta immutata la figura della caccia e del cacciatore e di quanto invece sia cambiata nei confronti della società. Da questo nasce il nostro progetto editoriale, realizzato  da cacciatori di esperienza con un’ottica alla società odierna.

Oggi per un non cacciatore è difficile capire come possano, delle persone, uccidere degli animali per hobby e dire, al tempo stesso, di volerli proteggere. D’altro canto, mangiare della carne comprata al supermercato e impacchettata industrialmente, solleva tutta un’altra classe di dilemmi etici.

Mentre la carne praticamente esangue e ben confezionata che si compra è rimossa dal processo di uccisione, le vite e le modalità di terminazione degli animali allevati per questo mercato specifico sono spesso più brutali, e di certo distruggono l’ambiente più di quanto possa mai fare il cacciare un animale nel suo habitat.

Oggi nella realtà i numeri ci dicono che siamo rimasti veramente in pochi, e la nostra speranza è che proprio da quei pochi con una corretta informazione e con una visione globale della nuova figura del cacciatore al servizio della conservazione possa innescare un nuovo processo di rivalutazione.

Nelle nostre pagine cercheremo di trattare temi anche apparentemente conflittuali, come il rapporto con i parchi nazionali o la ricerca di dialogo con il mondo agricolo, a nostro modo di vedere gli unici possibili alleati per un futuro possibile. Non mancheranno fatti di cronaca e punti di vista di illustri esperti, insomma cercheremo di affrontare tutte le tematiche legate in qualche modo al mondo venatorio anche con una visione e dei parallelismi con il resto del mondo.
Nella speranza di continuarvi ad avere nostri lettori vi invito ad usare tutti i canali a Vs. disposizione per suggerimenti e critiche, Buona lettura

Marco Navarro