Print Friendly, PDF & Email

Il Leader leghista non rivendica per la Lega alcuna poltrona – si precisa – tranne forse le Politiche europee che erano di Paolo Savona. Le ‘picconate’ a Danilo Toninelli, Elisabetta Trenta e Sergio Costa non servono a portare nuovi ministri alla Lega – si sostiene – ma a pretendere in quei ministeri un “cambio di passo” che, “senza un cambio della guida, non potrà mai esserci”.
Ieri il leader della Lega ha attaccato frontalmente tre ministri: Danilo Toninelli (Mit), Elisabetta Trenta (Difesa) e Sergio Costa (Ambiente). «Non chiedo niente a nessuno, ma è chiaro che su alcuni settori ci sono problemi», rispondendo a chi domandava se i tre pentastellati dovessero lasciare. «Per difendere l’ambiente – ha spiegato – non puoi bloccare un intero Paese.

About the author

Marco Navarro

Marco Navarro

Responsabile editoriale della redazione.
Esperto di comunicazione, web designer, grafico pubblicitario, marketing strategico ed esperto dei nuovi media.

Translate »