Print Friendly, PDF & Email

Il Leader leghista non rivendica per la Lega alcuna poltrona – si precisa – tranne forse le Politiche europee che erano di Paolo Savona. Le ‘picconate’ a Danilo Toninelli, Elisabetta Trenta e Sergio Costa non servono a portare nuovi ministri alla Lega – si sostiene – ma a pretendere in quei ministeri un “cambio di passo” che, “senza un cambio della guida, non potrà mai esserci”.
Ieri il leader della Lega ha attaccato frontalmente tre ministri: Danilo Toninelli (Mit), Elisabetta Trenta (Difesa) e Sergio Costa (Ambiente). «Non chiedo niente a nessuno, ma è chiaro che su alcuni settori ci sono problemi», rispondendo a chi domandava se i tre pentastellati dovessero lasciare. «Per difendere l’ambiente – ha spiegato – non puoi bloccare un intero Paese.

About the author

Marco Navarro

Marco Navarro

Responsabile della redazione.
Esperto di comunicazione, web designer, grafico pubblicitario, marketing strategico e nuovi media.

Translate »