CONOSCIAMO LE PROVE

Volevo continuare il discorso che avevo intrapreso qualche tempo fa sul rapporto caccia/cinofilia, quando oggi mi è apparso un post sul social network firmato Marco Navarro

 “Indagine conoscitiva sulle prove dei cani “

dove si chiedeva ai lettori se sono favorevoli o no alle prove estive (agosto).

Ho dato subito un’occhiata alle risposte di tale sondaggio ed ho notato che per molti c’è stato un NO secco.

Vorrei ricordare, a chi usa il cane per la caccia, che ogni calendario regionale apre l’allenamento pre- apertura proprio dopo il 15 agosto con orari che mettono a dura provo sia l’uomo sia il cane.

Mentre l’Enci che è all’apice della conservazione delle razze canine, ma è, e rimane molto sensibile al benessere animale, obbliga tutti gli organizzatori di prove a terminare le verifiche entro e non oltre le 9,30 dando un periodo più limitato per lo svolgimento di ogni turno (10 minuti) rispetto al turno normale (15 minuti).

Quindi alla fine di questo ragionamento le prove che impegnano solo 10 minuti il nostro ausiliare rimangono fattibili perché non stressano affatto l’animale e a confronto dell’allenamento consentito dalle regioni risultano un nulla.

Sergio Bianconi