Print Friendly, PDF & Email

Fare un soffritto, aggiungere fegato e cuore dei fagiani insieme ad un po’ di pancetta o di guanciale e spezie per selvaggina (se usate rametti, legateli per poi toglierli prima di frullare). Arrostire i fegatelli fino ad ottenere un colore dorato, a questo punto sfumare con del cognac oppure con un liquore/grappa al pino mugo o cembro. Lasciare intiepidire e mettere il tutto insieme ad un uovo intero, un tuorlo e della pana fresca nel frullatore. Quando il composto è omogeneo, regolare di sale e pepe e, per chi piace, un cucchiaio di marmellata di mirtillo rosso. Servire su crostini con un mezzo cetriolino sottaceto.

Anita Stogbuchner

 

 

 

About the author

Giuliano Milana

Giuliano Milana

Naturalista, biologo ed agrotecnico laureato.
Autore di pubblicazioni su riviste scientifiche nazionali ed internazionali, presidente di EPS Sardegna

Translate »