Print Friendly, PDF & Email

Prendere le allodole già pulite e aprirle con le forbici al centro, a mo di libro. Preparare una teglia rivestendone l’interno con la carta da forno.  Posizionare una fetta di pane casalingo per ogni allodola, ungere il pane con olio di oliva, adagiarvi sopra un’allodola, salare, pepare, aggiungere qua e la salvia e rosmarino e qualche spicchio d’aglio tritato. Mettere su ogni allodola una fettina di lardo, irrorare con una spruzzata di vino bianco secco, chiudere la carta da forno e far cuocere ad involucro chiuso per 15/20 min a 190° in forno ventilato o 220° in forno statico. A metà cottura girare la teglia, quindi sfornare e aprire l’involucro. Reinfornare e far cuocere ancora per circa 7 minuti. A questo punto posizionare in un piatto di portata i crostoni con le allodole ben caldi, accompagnare con una misticanza di insalatina di campo.

Vini consigliati: Un buon chianti non troppo strutturato o un Morellino di Scansano piuttosto giovane.

  Lorenzo Belli

 

About the author

Giuliano Milana

Giuliano Milana

Naturalista, biologo ed agrotecnico laureato.
Autore di pubblicazioni su riviste scientifiche nazionali ed internazionali, presidente di EPS Sardegna

Translate »