Ancora una sconfitta per La Regione Abruzzo: la situazione sempre piu’oscura

Dopo il decreto di sospensione (recante data 28 agosto 2019) del calendario venatorio 2019-2020 da parte del Presidente del Tar L’Aquila, il 5 settembre scorso la Regione Abruzzo ha dato alla luce una nuova proposta di CV dal discutibile contenuto ed ha avviato una nuova procedura di Valutazione d’incidenza ambientale (Vinca). Purtuttavia, non è stato varato un semplice adeguamento del calendario alle prescrizioni del parere Ispra ma è stato riscritto un “nuovo” calendario, per giunta ricco di “strane” clausole condizionate all’eventuale pronuncia del Tar Abruzzo. In quanto “nuovo” calendario, era necessario che fosse preceduto dal rilascio di un “nuovo” parere Ispra, che è stato chiesto solo il 9 successivo.

Accade, così, che nella seduta del Comitato CCR-VIA della Regione Abruzzo del 12 scorso, questo non ha ritenuto di potersi pronunciare, in mancanza del parere Ispra e anche per via del fatto che non sono stati osservati i 30 giorni di legge di preavviso di convocazione e che non è stato dato formale spazio alle audizioni orali. Dunque, la seduta è stata rinviata, ma nel frattempo l’Avvocatura regionale ha tentato di richiedere al Presidente del Tar una revoca parziale del proprio decreto monocratico emesso inaudita altera parte.

Questa mattina è stata pubblicata la pronuncia del Presidente del Tar, di totale inammissibilità dell’atto presentato dall’Avvocatura regionale, sia perché non contenente circostanze nuove e sopravvenute utili alla modifica dello status quo ante e sia perché la necessità d’intervento è stata giustificata solo con un generico riferimento all’esercizio venatorio, non adeguatamente comparabile con le esigenze della dimostrazione della sostenibilità e della conformità alla legge del prelievo venatorio.

Dense nubi, quindi, si addensano all’orizzonte, per il futuro della caccia in Abruzzo, purtuttavia oggi ancora rimediabile in extremis, ma apparentemente solo ancorato alla imprevedibile decisione giurisdizionale del 25 settembre prossimo.

Richiesta parere ISPRA > 

Verbale comitato Via >

Decreto Cautelare >

Proposta Calendario Venatorio>