Grosseto: L’ATC CHIUDE L’APG LAGUNE DI ORBETELLO PER ERRATA PERIMETRAZIONE

Il Comitato di Gestione dell’ATC 7 Grosseto sud, preso atto della comunicazione della Polizia Provinciale del 17 settembre, con la quale venivano evidenziate difformità dei confini dell’APG Lagune di Orbetello, rispetto alle cartografie pubblicate sui siti ufficiali di Ministero e Regione, considerato che le difformità erano già state segnalate al Ministero da parte della Direzione Ambiente ed Energia della Regione Toscana, nel mese di marzo 2019, senza esito, come comunicatoci in data 19 settembre u.s., accogliendo la raccomandazione della Direzione Agricoltura e Sviluppo Rurale della Regione Toscana, di massima prudenza considerata questa fase di incertezza, al fine di tutelare da possibili denunce e sequestri penali … coloro che venissero trovati ad esercitare l’attività venatoria in quell’area, così come ricordato nella nota della Polizia Provinciale, ha deliberato DI SOSPENDERE l’esercizio dell’attività venatoria nell’A.P.G, Lagune di Orbetello in attesa di specifiche direttive degli organi competenti e di disporre, a chi ne faccia richiesta, la restituzione dell’importo corrispondente alla quota di iscrizione annuale all’area.
A breve sarà pubblicata la modalità di richiesta per la restituzione della quota.
Sembra che a causare la chiusura sia stato il suggerimento di un componente del Comitato di Gestione stesso, che a nome della sua associazione ha presentato una proposta di valutazione e studio per un ripristino dell’area dell’APG Lagune di Orbetello.
Proponendo inoltre di considerare la possibilità che l’APG possa essere ricompresa nell’area dell’Oasi del WWF oppure in un ampliamento della ZPM già esistente e confinante all’area.
Se tutto ciò fosse vero e se fosse veramente partito da un componente del comitato di gestione ci sarebbero tutti gli elementi per considerare un reato di truffa nei confronti di tutti coloro che per accedere all’APG di Orbetello hanno versato la quota all’ATC piu la quota per l’accessp allo stesso.