Print Friendly, PDF & Email

Cos’è Wildlife Insights?   E’ un nuovo strumento per valutare e monitorare la salute della fauna selvatica in tutto il mondo.

Gli scienziati, i ricercatori ed il personale sul campo, ogni anno installano migliaia di fototrappole (dotate anche di infrarossi) capaci di “catturare” quotidianamente spaccati di vita e di habitat delle popolazioni di animali selvatici. Milioni di foto vengono prodotte ogni giorno ed è qui che si osserva il vero potenziale di Wildlife Insights ovvero del sapiente utilizzo di massicce quantità di dati. Questo progetto è una collaborazione rivoluzionaria tra le principali organizzazioni che si occupano di conservazione a livello mondiale. Si tratta del più grande database al mondo da fototrappole, in cui ONG, governi, cittadini e scienziati possono caricare, analizzare e condividere le foto “catturate” con tutta la comunità conservazionistica.
Ricorrendo alle più moderne evoluzioni dell’intelligenza artificiale, Wildlife Insights è in grado di identificare automaticamente, in pochi minuti, centinaia di foto di animali selvatici; un’attività che tradizionalmente richiederebbe ai ricercatori settimane o mesi per essere completata.

In quest’epoca, sempre più “smart” e “social”, il leit motiv è “big data”. Apparentemente questa espressione può condurre ad interpretazioni fuorvianti; nella realtà è più semplice di quanto si pensi. Si tratta infatti di una quantità abnorme di informazioni generate da, quella che possiamo definire, una generazione digitale. Questa miriade di dati, prodotti con un flusso costantemente crescente, ha superato l’ordine dei Zettabyte (1012  byte) stabilendo un record per la civiltà umana. Ma, il vero punto di forza di queste, non è l’immensa mole quanto la possibilità di elaborarle, analizzarle e trovare riscontri oggettivi su diverse tematiche; entra in gioco quindi l’intelligenza artificiale  con algoritmi capaci di trattare così tante variabili in poche ore e con poche risorse computazionali (anche un semplice computer). Questa è la rivoluzione; questi sono i “big data” che presuppongono nuove capacità di collegare fra loro le informazioni per fornire un approccio visuale ai dati suggerendo pattern e modelli di interpretazione fino ad ora inimmaginabili. Ed è in questa prospettiva che si inserisce Wildlife Insights che promette di dare vita a milioni di immagini altrimenti “invisibili” e applicarle a decisioni critiche di conservazione. Il monitoraggio delle popolazioni e degli spostamenti delle specie più a rischio del pianeta, rappresenta infatti il primo fondamentale passo verso la loro protezione. Ora gli scienziati possono accedere a foto e dati su qualsiasi dispositivo, in ufficio o sul campo condividendoli su un’ unica piattaforma. Wildlife Insights in questo modo favorisce, semplificandola, la collaborazione e contribuisce a rispondere a domande più ampie in merito alla conservazione.

Manuela Lai

Foto tratte da: https://www.wildlifeinsights.org/

About the author

Manuela Lai

Manuela Lai

Naturalista ed agrotecnico laureato.
Esperta di wildlife economy, filiera, uso sostenibile e valorizzazione delle carni di selvaggina. Influencer e blogger del wild food.

Translate »