Print Friendly, PDF & Email

Il Botswana ha circa 130.000 elefanti, praticamente la più grande popolazione del mondo.
Dal maggio 2004 vi era un divieto di prelievo a carico degli elefanti ma tale divieto è stato revocato a causa del forte incremento della popolazione e del conseguente conflitto uomo-elefante e dell’impatto negativo sui mezzi di sostentamento. In tale direzione, negli scorsi giorni, il governo dello stato africano ha venduto sette autorizzazioni (licenze) di caccia, ognuna delle quali consente ai cacciatori acquirenti di prelevare 10 elefanti, il tutto in “zone di caccia controllata”.
La revoca del divieto è stata particolarmente apprezzata  dalle locali comunità rurali ma, contemporaneamente, anche fortemente criticata dagli animalisti.
L’asta, alla quale hanno potuto partecipare solamente società registrate nel Paese – anche gli azionisti o/e proprietari di queste devono avere la cittadinanza botswana – è stata affidata alla casa d’aste locale, la Auction It, e si è svolta nei giorni scorsi nella sede del ministero dell’Ambiente della capitale, Gaborone.  Gli offerenti hanno dovuto versare una cauzione , rimborsabile,  pari 200.000 pula circa 18.000 dollari.

Sulla base dei censimenti il governo ha stimato una quota di prelievo per il 2020 pari a 272 elefanti .
La caccia aiuterebbe le aree maggiormente colpite  dalla proliferazione incontrollata dei pachidermi, la cui presenza  minaccia i mezzi di sostentamento, cioè i raccolti agricoli, delle locali a popolazioni umane come ha riportato il portavoce  Alice Mmolawa all’agenzia di stampa AFP.
Quali sono i motivi della revoca del divieto?
Molte comunità rurali credono che un ritorno alla caccia commerciale contribuirà a mantenere la popolazione di elefanti lontana dai loro villaggi e porterà anche entrate  necessarie in luoghi inadatti al turismo o ad altre forme di reddito.

 

About the author

Marco Navarro

Marco Navarro

Responsabile della redazione.
Esperto di comunicazione, web designer, grafico pubblicitario, marketing strategico e nuovi media.

Translate »