Print Friendly, PDF & Email

Come è noto, quando le consistenze di determinate specie di ungulati superano la Densità Agro-Forestale (D.A.F.) sostenibile (ovvero la massima densità alla quale la specie non arreca danni intollerabili all’ambiente in cui vive), iniziano ad emergere problemi che necessitano di essere affrontati. Dal Canada arriva la notizia che sembra siglare un accordo da molti considerato fondamentale tra mondo agricolo e cacciatori.

I Cervi dalla coda bianca o Cervi della Virginia (Odocoileus virginianus) sono molto presenti in un’area non lontana da Montreal.  Il loro impatto ha ripercussioni sul comparto agricolo e come dice l’agronomo Isabelle Martineau: “mangiano i semi di soia, gli alberi che vengono piantati nelle aree ripariali e persino gli abeti!

Per questi motivi fino al 10 giugno, i cacciatori ed i proprietari di terreni (maggiori di 10 acri) possono registrarsi ed essere sorteggiati per ottenere una delle licenze di caccia (per femmine e giovani dell’anno).

Secondo l’agronomo, i cervi pascolano anche l’erba medica e tutto il fieno che mangiano viene a mancare  per gli allevamenti di bovini. Alcuni contadini asseriscono che ci sono così  tanti cervi che è come se avessero una mandria di mucche al pascolo. I danni non si limitano a questo ma anche agli alberi di noci ai quali rimuovono la corteccia  durante la pulizia dei palchi.

A gestire la campagna sulla sensibilizzazione in merito a queste problematiche è il Club Conseil Gestrie-Sol  e come ricorda la dottoressa Martineau “tutto è collegato all’agricoltura. È un mondo complesso nel quale gli agricoltori si trovano a convivere con diverse tipologie di problemi

Secondo gli esperti il controllo di piccoli e femmine potrebbe risultare efficace per contenere la specie.  I proprietari terrieri avranno la possibilità di ottenere un massimo di due abbattimenti. Praticamente nell’area interessata verranno evasi 4.000 permessi che consentiranno il prelievo di circa 8.000 animali. Sarà l’unica zona della regione che autorizza ogni cacciatore al prelievo di due cervi, rispetto a quanto accade normalmente nella altre aree. Nell’intero Quebec, quest’anno, saranno rilasciati oltre 39.000 permessi speciali. Nella ragione la caccia è permessa con arco e balestra dal 3 al 21 ottobre, con fucile dal 17 al 21 ottobre.

About the author

Avatar

Redazione RM

Translate »